Autore di buona parte delle immagini che negli ultimi anni hanno ritratto i luoghi e gli animali della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di fama internazionale, Torre Guaceto, Giuseppe Lanotte è fotografo naturalista e di paesaggio in continua evoluzione.
I suoi scatti sono narrativi, puntano a raccontare le bellezze naturali e a trasmettere un messaggio che va ben oltre l’elevazione dei gioielli ambientali a monumenti naturali. Attraverso la sua fotografia vuole farsi portatore dei valori legati alla tutela dei luoghi e dei saperi autentici dei territori.
Questa sua missione, lo ha condotto non solo ad essere scelto quale “ritrattista” dell’area protetta brindisina, ma anche ad entrare nel team dei fotografi ufficiali della campagna "Cambiamenti climatici" di Greenpeace Italia.
Eppure, sebbene la fotografia naturalistica ricopra un ruolo da protagonista nel suo lavoro, la sua costante azione di ricerca lo spinge ad indagare i più disparati volti di questa arte.
Muovendo i primi passi nel mondo delle immagini impresse su negativi prima e digitali poi da autodidatta, ha modellato la propria identità di fotografo nei circoli di promozione territoriale e di comunità, muovendo da Brindisi, la sua città, fino ad arrivare a Roma, dove ha vissuto buona parte della sua vita da autore di immagini, e spostandosi in quegli angoli di Europa spesso poco conosciuti ai più. 
La sua non è un’impostazione accademica, ma figlia della vita reale, delle necessità dei territori e dei sogni delle loro genti.  
Attinge a piene mani al visibile e restituisce visioni.